"La SAPIENZA nella vita dell'uomo è guida all'IMMORTALITA' per chi la segue....perchè la SAPIENZA si rivela mediante gli stessi Elementi Naturali..."

SOME WORDS ABOUT OUR COMPANY.

Ricetta per preparare del latte di Canapa: addio stanchezza!

Oramai sempre più persone si scoprono intolleranti al lattosio e fra questi alcuni in modo più specifico al latte vaccino.
Ora sul mercato si trovano varie alternative e fra queste una molto interessante è il latte di canapa sativa.

Il latte di canapa si ottiene attraverso un semplice processo di miscelazione dei semi della Canapa Sativa in acqua.
Sì, è proprio lei, la Canapa Sativa è la stessa pianta dalla quale si estrae la marijuana. Ma ovviamente, tutti i prodotti in commercio destinati all’alimentazione come i semi, le proteine, l’olio o appunto il latte, non hanno effetti psicoattivi, in quanto contengono quantità irrisorie di THC.

Possiamo lasciare da parte, quindi, ogni timore, e introdurre il latte di canapa nella nostra dieta, perché, oltre ad essere indicato come sostituto al latte vaccino per chi soffre di intolleranza al lattosio e alla soia, in quanto naturalmente ricco di sostanze nutritive, possiede alcune caratteristiche peculiari che apportano notevoli benefici per la salute.

La più importante, forse, è che con il latte di canapa assumiamo Omega 3, Omega 6 e lecitina, di grandissimo aiuto contro il colesterolo e non facili da trovare negli alimenti, il che è ancora più difficile se non mangiamo pesce. Queste sostanze sono essenziali per la protezione del sistema cardiovascolare.

Non molte delle bevande di origine vegetale che conosco contendono una quantità così alta di calcio come nel latte di canapa. Con una tazza ci assicuriamo metà dell’apporto giornaliero di calcio consigliato per un adulto. La grande quantità di calcio, insieme a una discreta presenza di fosforo, rendono il latte di canapa un alleato prezioso per la salute delle ossa.

Il latte di canapa può aiutarci nei periodi di stanchezza fisica perché ricco di vitamine del gruppo B, come la riboflavina e la tiamina, le vitamine responsabili della trasformazione del cibo in energia. Può aiutarci anche dopo un allenamento intenso, per reintegrare correttamente i Sali minerali persi. Soprattutto il magnesio è importante in questi casi, perché supporta la normale funzione dei muscoli e dei nervi. Inoltre, il latte di canapa è ricco di proteine vegetali facilmente digeribili, dato che non contiene oligosaccaridi, degli zuccheri complessi che a qualcuno risultano difficili da digerire.


Per finire, vi esorto a provarlo perché, per molti, ha un sapore unico che richiama la nocciola. Anche la consistenza è invitante, molto più cremoso rispetto ad altre bevande vegetali. È ottimo da consumare a colazione, insieme al caffè, o da impiegare nelle preparazioni al posto del latte vaccino. Purtroppo, non è facile da trovare, nemmeno online, dovete cercarlo nei negozi specializzati oppure imparare a farlo da soli.

Per preparare circa 1 litro di latte di canapa bio vi occorreranno:

        • 200 g. di semi di canapa biologici
        • 1,2 litri d’acqua di rubinetto
        • dolcificante a piacere (facoltativo)
        • 1 colino a maglia sottile, telo da cucina o carta da filtro
        • 1 frullatore (non ad immersione)
        • 1 bottiglia di vetro
        • 1 ciotola
        • 1 imbuto

Iniziate a preparare il latte di canapa versando nel frullatore i semi di canapa ed una parte dell’acqua necessaria (meno della metà), insieme al dolcificante (se desiderate aggiungerlo). Frullate il tutto fino a quando i semi non risulteranno il più possibile tritati, versando a poco a poco anche il resto dell’acqua. Bastano pochi minuti. A questo punto potrete filtrare il latte di canapa dal frullatore alla ciotola o direttamente nella bottiglia, aiutandovi con un imbuto e un colino, oppure utilizzando della carta da filtro o un telo da cucina pulito (possibilmente non lavato con detersivi industriali).

Gli ingredienti aggiuntivi facoltativi, oltre ai dolcificanti (zucchero di canna integrale o malto di riso, ad esempio) possono comprendere un cucchiaio di mandorle pelate o qualche fettina di banana, da frullare insieme ai semi di canapa, per rendere il suo gusto più corposo, o un pizzico di sale rosa dell’Himalaya o di sale fino integrale, per renderlo più deciso e adatto alle preparazioni salate.

Fonte: http://www.nonnapaperina.it/ e http://www.reacanapa.it/

Se vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le novità del mondo IMEseguici e iscriviti sulle nostre pagine nei principali social network: 
Facebook
Twitter
Linkedin
Google+

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo con i tuoi amici utilizzando i bottoni qui sotto.



Se non l'hai già fatto, che ne diresti di darci un bel [like] su FB?
A te costa solo pochi secondi del tuo tempo, per IME è importante per costruire una comunità che ama viver sano e che parla di benessere e medicine alternative. Per donarci la tua preferenza puoi utilizzare il BOX che trovi sul lato destro di questa pagina.
Grazie mille.

 

CONTATTI

Sede Legale
Strada della Bruciata, 14/1
60019 Senigalia (AN)

Sede Operativa
Via per Grumello, 32
24127 Bergamo (BG)

P.Iva 02361950419
Tel: +39 0245557057
Fax: +39 0287367795

E-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

RICEVI LE NEWS

SEGUICI

 facebook logotwitter
linkedin-logoicona google
pinterest-icon    rss
Ustream-Icon logo youtube
Torna all'inizio!

Al fine di offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies.

Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Per saperne di piu'

Approvo