"La SAPIENZA nella vita dell'uomo è guida all'IMMORTALITA' per chi la segue....perchè la SAPIENZA si rivela mediante gli stessi Elementi Naturali..."

Leggi e commenta i post

La Conoscenza Salvatrice

Risultati immagini per La Conoscenza Salvatrice

Gnosi: La Conoscenza Salvatrice

 Scritto da Serge Hutin   

La parola greca gnôsis significa semplicemente "conoscenza". Ma nella letteratura gnostica non si tratta in alcun modo di un sapere qualunque. La gnosi è una conoscenza dotata di meravigliosi prestigi.

Pochi possono possedere questa conoscenza; uno tra mille, due tra diecimila.

Simone il Mago comincia così la sua grande "Rivelazione" (Apophasis):

"Questo è ciò che si esprime nella Rivelazione della Voce e del Nome, che proviene dal Pensiero e dal Grande Potere Infinito; per questo sarà sigillato, nascosto e conservato nella dimora dove ha i suoi fondamenti la radice del Tutto."

La gnôsis, possesso degli iniziati, si oppone alla volgare pistis (credenza) dei semplici fedeli. È meno una "conoscenza" propriamente detta che una rivelazione segreta e misteriosa. Le sette gnostiche pretendono di possedere libri di origine allogena, cioè di origine esterna e superiore al mondo nel quale ci dibattiamo. Tali libri sono attribuiti a personaggi prestigiosi, veri inviati celesti. Ecco, per esempio, ciò che si afferma esplicitamente nel Libro Sacro del Grande Spirito invisibile, una delle opere usate nella setta dei setiani:

"Questo è il libro che ha scritto il grande Set (uno dei figli di Adamo). L'ha depositato in montagne elevate sulle quali il sole non esce né potrebbe uscire mai. Dai giorni dei profeti, degli apostoli e dei predicatori, il suo nome  neanche è stato né è potuto stare mai nei cuori. Nessuno l'ha mai sentito. Questo libro fu scritto dal grande Set a cento trenta anni; lo depositò nella montagna denominata Charax, affinché fosse manifestato negli ultimi tempi e negli ultimi istanti".

Leggi tutto: La Conoscenza Salvatrice

Chi sono io

Risultati immagini per gnosi

Chi sono io

... Suvvia, entri dentro chi ha cuore e segua le sue orme nei penetrali; non senza però, aver lasciato fuori le visioni dei suoi occhi mortali e guardarsi bene dal volgersi indietro a quei corpi un tempo splendenti

Plotino Enneadi I,6,VIII

1.  La  voce dell’antico e sacro cantore che vide in sé stesso la genesi e il dispiegarsi del cosmo, il suo Ordine e il ritorno di esso nella Sorgente immanifesta della creazione ci giunge attraverso i secoli trasmessa dalla bocca all’orecchio di  noi, iniziati ai misteri della Conoscenza Suprema. Questa voce non rinvia ad un tempo e a uno spazio del passato ma a Colui che è oltre il tempo e lo spazio. Rinvia a Colui che, adesso e ora, è presente a sé stesso, rinvia a Colui che é. Ragion per cui, per quanto antica, questa voce esprime una Eterna Novità immanente la creazione. Sintonizzarsi con la Tradizione iniziatica significa abbeverarsi alla sorgente inesauribile dello Spirito che sempre sgorga. Quell’Acqua di vita è la linfa vitale che dal Padre fluisce nell’Albero Cosmico della manifestazione e poi, al Padre, fà ritorno nel ritmo incessante dell’Amore o Respiro Cosmico.  Il Sé conosce il Sé e si Ama. “Può l’Amore volere o desiderare l’Amore se è esso stesso Amore? (Raphael)”.

Leggi tutto: Chi sono io

Le scienze antiche

Risultati immagini per scienze antiche
In questa Sezione tratteggeremo l’ipotesi di un’origine della cultura umana alquanto diversa da quella più comunemente diffusa, per richiamare l’attenzione sullo speciale valore delle Scienze Introspettive, intese come il lascito culturale di civiltà estremamente progredite; desideriamo parlare di argomenti più conosciuti e storicamente comprovati, relativi al progresso umano; le discipline per l’indagine interiore sono apparse in aree geografiche distanti dall’attuale Occidente molto prima che in Europa e le popolazioni che le hanno custodite hanno largamente contribuito alla loro preservazione e trasmissione secolare. Se noi volessimo partire per un viaggio affascinante e impegnativo, in località sconosciute e impervie, non ci accontenteremmo di una qualsiasi guida con poca esperienza, ma cercheremmo il meglio, allo scopo di procedere in sicurezza e poter godere delle competenze date dalla certa conoscenza di chi ci conduce. Certamente, per quanto concerne la ricerca introspettiva, l’Occidente vanta meno esperienza dell’Oriente. Alcune aree geografiche hanno visto nascere e svilupparsi conoscenze straordinarie e misteriose. Per indicare queste zone, usiamo genericamente il termine di Oriente (comprendendo anche il Medio Oriente e la parte Nord Est dell’Africa). Anche l’Europa orientale e il Nord Europa hanno testimoniato una grande sapienza, come pure l’intero bacino del Mediterraneo (Italia inclusa), ma solo in epoche successive.

Leggi tutto: Le scienze antiche

La Danza di Shiva, il Libro dei Mutamenti e la Meccanica Quantistica

Risultati immagini per la danza di shiva
«In un pomeriggio di fine estate, seduto in riva all’oceano, osservavo il moto delle onde e sentivo il ritmo del mio respiro, quando all’improvviso ebbi la consapevolezza che tutto intorno a me prendeva parte a una gigantesca danza cosmica… ”vidi” scendere dallo spazio esterno cascate di energia, nelle quali si creavano e distruggevano particelle con ritmi pulsanti, “vidi” gli atomi degli elementi e quelli del mio corpo partecipare a questa danza cosmica di energia, percepii il suo ritmo e ne “sentii” la musica, e in quel momento “seppi” che questa era la danza di Shiva, il Dio dei Danzatori adorato dagli indù.»

Così si esprime lo scienziato statunitense, Fritjof Capra, un fisico specializzato nel campo delle alte energie, nella prefazione al suo libro Il Tao della fisica. Capra è stato forse il primo a mettere in luce gli svariati punti di contatto tra la concezione taoista del cosmo e i principi fondanti dell’attuale fisica subnucleare, ovvero quell’insieme di teorie scientifiche sviluppatesi in opposizione alla fisica classica newtoniana. I due temi fondamentali di questa concezione moderna della fisica sono l’unità, l’interdipendenza di tutti i fenomeni e la struttura intrinsecamente dinamica dell’universo. Anche l’antica concezione orientale del mondo, cui Capra fa riferimento, era essenzialmente unitaria e dinamica, e i principi di mutamento/movimento ne costituivano il tratto essenziale. Shiva è anche chiamato Nataraja, il «Signore della Danza», la cui danza cosmica, detta Tandava, è ciò tramite cui l'universo viene manifestato, preservato e infine riassorbito.

Leggi tutto: La Danza di Shiva, il Libro dei Mutamenti e la Meccanica Quantistica

La magia del 7

Risultati immagini per 7 magia

Il prodigio dei numeri... un argomento che mi ha sempre affascinato. I numeri governano, senza neppure rendercene conto, ogni aspetto della nostra vita... “tutto è un numero” affermavano i Pitagorici! Galileo diceva, inoltre, che l’universo è “scritto con il linguaggio dei numeri”. Il linguaggio dei numeri, infatti, si fa leggere e capire da noi in modo più preciso e non controverso... le osservazioni quantitative della realtà sono più precise, meno soggettive, e quindi più oggettive di quelle qualitative! Uno dei numeri che più mi affascina è il 7... fin dall'antichità, considerato un numero magico e misterioso. Gran parte delle proprietà attribuitegli risalgono all'astrologia babilonese che per prima aveva riconosciuto 7 pianeti ed aveva diviso il mese lunare in cicli di 7 giorni. Il 7 venne quindi considerato sacro proprio perché allora rappresentava il cosmo e la sua perfezione. Tutte le civiltà antiche hanno sviluppato un sim­bolismo numerico e in molte di esse il 7 è considerato numero sacro, unico e immobile. Secondo la scuola pitagorica il 7 è “amitor” (senza madre) in quanto non è un prodotto fattoriale ed è generato solo dall'unità. E’ simbolo di perfezione in quanto risultato della somma del 3 (lo spirito, il maschile) e del 4 (la materia, il femminile), che esprimono due forme perfette: il triangolo equilatero ed i quadrato. Essi sono anche i numeri basilari della Piramide (la base quadrata, i quattro lati triangolari). Per tale ragione, in epoca antica, il sette veniva rappresentato come un quadrato sormontato da un triangolo. 

Leggi tutto: La magia del 7

CONTATTI

Sede Legale
Strada della Bruciata, 14/1
60019 Senigalia (AN)

Sede Operativa
Via per Grumello, 32
24127 Bergamo (BG)

P.Iva 02361950419
Tel/Whatsapp: +39 3929623883

E-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

RICEVI LE NEWS

SEGUICI

 facebook logotwitter
linkedin-logoicona google
pinterest-icon    rss
Ustream-Icon logo youtube
Torna all'inizio!

Al fine di offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies.

Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Per saperne di piu'

Approvo